Ottenere le stampe che desideri può essere una sfida dal punto di visto tecnico. Tuttavia, se segui i passaggi corretti del processo di stampa, presto riuscirai a ottenere dei risultati che soddisfano o addirittura superano le tue aspettative.

1. Non calibrare la luminosità del monitor e dello schermo

Per ottenere stampe esattamente come le desideri, è essenziale calibrare il monitor. Questo garantisce che i colori e i toni vengano visualizzati in modo accurato e coerente, in modo che le stampe prodotte corrispondano a ciò che vedi sullo schermo.

2. Selezionare profili di carta errati

Un profilo ICC (International Color Consortium) contiene informazioni che permettono alla stampante di riprodurre in modo accurato i colori su un determinato tipo di carta, quindi è importante selezionare il profilo ICC corretto quando si effettua una stampa.

3. Dimenticare di creare una bozza in formato digitale delle tue immagini

La creazione di bozze in formato digitale delle tue immagini con i plug-in gratuiti di Canon Professional Print & Layout (PPL) o Print Studio Pro (PSP) permette di visualizzare un’anteprima di come apparirà l’immagine una volta stampata su carta.

4. Scegliere l’intento di rendering sbagliato

Le stampanti non sono in grado di produrre una gamma di colori ampia quanto quella catturata da una fotocamera. In un flusso di lavoro per la gestione del colore puoi utilizzare l’impostazione “intento di rendering”, nella finestra di dialogo “stampa”, per indicare alla stampante come gestire i colori che non rientrano nella sua gamma stampabile. L’intento percettivo mira a conservare l’impressione visiva generale dei colori in un’immagine. Associa i colori fuori gamma ai colori stampabili più simili e poi regola gli altri in modo da mantenere le differenze tra di loro.

5. Problemi con software concorrenti

Per ottenere la migliore qualità di stampa possibile con le stampanti Canon della serie imagePROGRAF PRO, è meglio utilizzare i plug-in Print Studio Pro o Professional Print & Layout di Canon.

by: